l’Oriente vicino

Rintracciare e affermare un piano europeo per la definizione dei problemi e per lo sviluppo delle posizioni da assumere è il primo compito di transform!italia che si impegna quotidianamente per sottolineare una dimensione europea all’impegno e all’azione politici.

Nella costruzione di questo punto di vista è indispensabile allargare lo sguardo alle altre aree del pianeta e questo abbiamo cercato di fare pubblicando notizie e contributi dall’America latina, dai Paesi arabi, da ovunque ci giungessero.

Gli argomenti proposti alla riflessione giornaliera dai media italiani soffrono di un particolare disturbo: quando si tratta di notizie e avvenimenti esteri la comunicazione avviene a singhiozzo e -soprattutto- nasconde i fatti tanto più grandi sono le prossimità geografica, economica, sociale, civile, politica delle aree interessate.

Una delle conseguenze è che i “migranti” sembrano provenire da lontananze stellari, un’altra è che aree a noi prossime, contigue, vite per molte ragioni profondamente simili alle nostre vengono scagliate nelle profondità degli abissi galattici… altro che “modello di vita europeo” da difendere, ci servirebbe al contrario accorgerci di quale sia la nostra esistenza e di quali esistenze le sono sorelle prossime.

Uno sguardo continuo alla situazione circostante alla UE è indispensabile per comprendere le condizioni che determinano l’Europa stessa e anche gli effetti che l’azione (o la sola mera esistenza) dell’Europa genera sugli altri Paesi e aree;inoltre, per quanto riguarda il nostro Paese è assurdo che si prendano in scarsa e intermittente considerazione sia la presenza delle grandi imprese italiane nello sfruttamento delle materie prime all’estero che la presenza delle associazioni umanitarie e dei cooperanti italiani nelle zone di conflitto e di emergenza.

E’ per queste ragioni che siamo davvero lieti del fatto che da oggi il sito si possa articolare con una importante sezione, raccogliendo nella pagina “l’oriente vicino” gli articoli relativi alla situazione di quell’area che più immediatamente di circonda.

Fine pena (quasi) mai
Dalla lotta di classe alla lotta con classe 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fill out this field
Fill out this field
Inserire un indirizzo email valido.

Menu