Stop TTIP italia – campagna NO ISDS

Parte in tutta Europa la nuova campagna e petizione no ISDS. Abbiamo aderito come Campagna Stop TTIP/CETA Italia ma tutte le organizzazioni che vogliono aderire anche singolarmente possono farlo scrivendo a stopttipitalia@gmail.com
Un grazie a Francesco e Alberto che hanno lavorato allo straordinario report italiano “Diritti per le persone, regole per le multinazionali” (grazie Paola per la grafica) che trovate in allegato
In allegato trovate, con embargo fino alle 11 di domani:
– il comunicato di lancio, con le organizzazioni che fino a adesso hanno comunicato la loro adesione. Le adesioni verranno aggiornate mano a mano che arriveranno. Potete inoltrarlo com’è o modificarlo con le dichiarazioni e informazioni più rilevanti per la vostra realtà, come sempre tra noi. Basta che giri il messaggio, ciascuno può adattarlo, serve solo per riassumere le informazioni a disposizione.
– il testo del Report “Diritti per le persone, regole per le multinazionali/Stop ISDS” e una sua sintesi
la pagina dove da domani sarà possibile firmare è questa https://stop-ttip-italia.net/diritti-per-le-persone-regole-per-le-multinazionali/  
Ci sarà anche un sito internazionale ma, al solito, preferiamo che tutto se possibile converga sul sito nazionale per le note ragioni di protezione dei dati, che in quel caso sono affidati a noi.
Il 12 febbraio ci sarà al Parlamento europeo la possibile approvazione del trattato Eu-Singapore, che potrebbe portare all’approvazione del primo ISDS in un trattato commerciale di nuova generazione: chiaramente vogliamo provare a impedirlo.
Sarà il primo passo concreto per verificare se le pressioni che stiamo facendo siano efficaci o no. Per questo è necessario raccogliere fin da subito un bel numero di firme, soprattutto online.
Per prepararci al meglio vi proponiamo di incontrarci a Roma sabato 2 febbraio dalle ore 11 (la location la definiamo a seconda di quanti saremo) per annunciare l’iniziativa in un’assemblea aperta a chi si vorrà coinvolgere e interessare, e per  organizzare il lavoro della raccolta delle firme che sarà autogestito, ma importante anche per far arrivare il nostro messaggio il più forte possibile. Anche perché per noi la petizione No ISDS servirà anche a chiedere la bocciatura del CETA, come potete leggere dalla comunicazione stampa.
VI PREGHIAMO PER QUESTO DI CONFERMARE LA VOSTRA PRESENZA quanto prima a stopttipitalia@gmail.com. Per i rappresentanti dei comitati che lo chiedessero abbiamo la possibilità di coprire le spese di viaggio.
Pubblicate, adattate e fate girare il più possibile il report, i materiali e il comunicato.
Menu